corpus informatico belloriano legenda
linee non attive frequenze non attive
opere
indici
ricerca
info
home
il corpus belloriano
Le Vite de' pittori scultori e architetti moderni
  

Agostino Carracci

  

vani lunghi circa sei braccia e quattro alti, e vi rappresentò sue

  

invenzioni poetiche.Nel mezzo tre Amoretti, due de' quali fabbri-

  

cano l'arco, l'altro scherza con uno strale; e le favole corrispon-

  

dono all'Amore onesto, utile e dilettevole, o siano l'Amore della

5 

virtù, l'Amore lascivo e l'Amore venale dell'oro. Questo ultimo si

  

finge nella nave d'Argo, a cui s'avvicina Galatea distesa sopra un

  

delfino, ed enfiando la zona al vento, s'espone ignuda a gli Argo-

  

nauti, bramosa anch'essa dell'aureo vello, precorrendo le Nereidi

  

sopra delfini che additano in mare le vie di Colco, per essere a parte

10 

del prezioso acquisto; e nell'aria Amoretti con archi e strali. Nella

  

favola di rincontro vedesi Venere ignuda che abbraccia Marte ar-

  

mato con l'asta in mano e l'ammollisce e lo ritira dalla fortezza e

  

dall'imprese; a' suoi piedi un Amore toltogli lo scudo vi s'appog-

  

gia con le braccia e ride; e due altri a' piedi di Venere scherzano

15 

tenendo conche di perle. Nel terzo vano vien figurato l'Amore

  

della virtù, un uomo armato e forte il quale abborrisce e si ritira

  

dal vizio, alla vista di una Sirena, o mostro fallace, che a lui si vol-

  

ge in terra, vago il volto e 'l seno ignudo, e 'l resto del corpo de-

  

forme con squammosa coda. Il quarto vano non fu dipinto, e re-

20 

stò vuoto ed imperfetto per la morte di Agostino, succeduta nel

  

lavoro; e 'l duca non permettendo che restasse occupato da altro

  

pennello, riputò degna a riempirlo la penna di Claudio Achillini,

  

per dar compimento alla pittura con le lodi del pittore, onde que-

  

sto celebre ingegno consacrò alla memoria d'Agostino Carracci il

25 

seguente elogio:

  

Citazione: Achillini, Claudio, iscrizioni latineAUGUSTINUS CARRACIUS

  

DUM EXTREMOS IMMORTALIS SUI PENNICILLI TRACTUS

  

IN HOC SEMIPICTO FORNICE MOLIRETUR

  

AB OFFICIIS PINGENDI ET VIVENDI

30 

SUB UMBRA LILIORUM GLORIOSE VACAVIT

  

TU SPECTATOR

< | pag. 123 | >

vai alla Pagina:

© 2000 | 2001 Cribecu - Scuola Normale Superiore di Pisa
Powered by Tresy © 2000 | 20001 Cribecu - Scuola Normale Superiore di Pisa