corpus informatico belloriano legenda
linee non attive frequenze non attive
opere
indici
ricerca
info
home
il corpus belloriano
Nota delli musei, librerie, galerie et ornamenti di statue e pitture ne' palazzi, nelle case e ne' giardini di Roma
  

I vestigi delle pitture romane

  

DELLI VESTIGI DELLE PITTURE ANTICHE

  

DAL BUON SECOLO DE' RO-

  

MANI

  

Le pių antiche pitture si vegghi-

5 

no in Roma, cominciando dal buon

  

secolo di Augusto, quelle so-

  

no che appariscono nella Ubicazione pitture, Piramide di Caio Cestio Piramide

  

sepolcrale di Caio Cestio alla Porta

  

Ostiense di San Paolo, entro 'l masso

10 

della quale piramide resta chiusa una

  

camera fornicata di pintoni: ne'quattro

  

angoli del fornice, quattro Vittorie

  

con l'ali spiegate al volo, picciole sopra

  

la grandezza palmare; ciascuna di esse

15 

ha coronato il crine et porta due co-

  

rone nelle mani. Nelle facciate di sot-

  

to sono ripartimenti et fascie colorite

  

di minio, di azzurro et di altri colori;

  

et fra essi campeggiano altre picciole

20 

figure di donne, scorgendosene due a

  

sedere con panieri di fiori et di fron-

  

di, et due in piedi: l'una col vaso del-

  

l'acqua lustrale, con la quale solevano

  

aspergersi i sepolcri, et l'altra con due

25 

haste nelle mani, che hanno qualche

  

contrasegno di calami et di tibie, per

  

formarne il suono frigio lamentevole;

  

con li quali et con li fiori et odori si

  

rinnovavano l'esequie, secondo il co-

30 

stume detto Instauratio funeris . Sono

  

queste donne vestite parimente di vari

  

colori, col capo coronato e cinto; et

< | pag. | >

vai alla Pagina:

© 2000 | 2001 Cribecu - Scuola Normale Superiore di Pisa
Powered by Tresy © 2000 | 20001 Cribecu - Scuola Normale Superiore di Pisa