corpus informatico belloriano legenda
linee non attive frequenze non attive
opere
indici
ricerca
info
home
il corpus belloriano
Le antiche lucerne sepolcrali figurate raccolte dalle cave sotterranee e grotte di Roma
  

Oss.1.Supplizio Di Prometeo

  

3 SUPPLICIO DI PROMETEO Quanto il Supplicio

  

di Prometeo legato al Monte Caucaso et divorato dall'Aquila, con-

  

forme vediamo in questa immagine, finsero una giocosa novella, che

15 

egli ingannasse Giove nel Sacrificio, perché sacrificandogli due Tori,

  

ascose fraudolentemente le carni di ambedue sotto una pelle et rico-

  

prì l'ossa sotto l'altra pelle, lasciandone l'elettione a Giove, il quale

  

senza avvedersene si elesse l'ossa invece della carne; per la qual frau-

  

de sdegnato Giove tolse il foco a' Mortali. Finsero appresso, che Pro-

20 

meteo havendolo restituito, ne fosse in pena incatenato al Caucaso

  

et lacerato dall'Aquila, sopportando longhissimamente tal supplicio,

  

finché da Ercole ne fu liberato. La qual Favola scrivono Esiodo, Eschi-

  

lo, Luciano et altri et così Martiale:

  

Citazione: Marziale, Marco ValerioQualiter in Scythica religatus rupe Prometheus

25 

Assiduam nimio pectore pavit avem.

  

Questa Lucerna fu Luogo di ritrovamento, Roma Sepolcri nella via Lavicana scavata da' Sepolcri della Via Lavicana et si Collocazione, Roma Cicci Francesco con-

  

serva hora dal Signor Francesco Cicii.

  

Oss.1. Nereide

  

4 NEREIDE Nell'antecedente immagine di Prometeo es-

  

sendosi simboleggiato il principio del Fuoco, come fu di parere Eracli-

30 

to, che dal calore tutto si animasse in vita; hora in quest'altra, in cui

  

è dipinta la Nereide, che abbraccia il Cavallo marino, riconosciamo

  

il principio dell'Acqua, da cui volle Talete essere scaturiti gli Huomini,

  

gli Animali et gli altri parti della Natura, anzi gli stessi Dei, come

  

piacque ad Orfeo nell'Hinno cantato all'Oceano:

35 

Citazione: Inni orfici in latinoOceanum voco patrem incorruptum semper existentem

  

Immortaliumque Deorum parens, mortaliumque hominum.

  

In confermatione della nostra Nereide, spesso ne' Marmi et Arche

  

Sepolcrali con varii scherzi vediamo scolpiti Dei Marini, Nereidi,

< | pag. 003 | >

vai alla Pagina:

© 2000 | 2001 Cribecu - Scuola Normale Superiore di Pisa
Powered by Tresy © 2000 | 20001 Cribecu - Scuola Normale Superiore di Pisa