corpus informatico belloriano legenda
linee non attive frequenze non attive
opere
indici
ricerca
info
home
il corpus belloriano
Le antiche lucerne sepolcrali figurate raccolte dalle cave sotterranee e grotte di Roma
  

Oss.2. Giove Giunone Minerva

  

Giunone in qualità della Dea Pomona: Citazione: Arnobio Nam si aer illa est, quemadmo-

  

dum vos ludere, ac dictitare consuetis, Graeci nominis preposteritate repetita,

  

nulla Soror et coniux omnipotentis reperietur Iovis, nulla Fluvidomia, nulla

  

Pomona. La Lucerna ci è stata Collocazione, Roma del Pozzo Carlo Antonio communicata dal Signor Commenda-

5 

tore dal Pozzo.

  

Oss.2. Sole e Luna

  

11 IL SOLE ET LA LUNA Credevano ancora, che dopo

  

lungo corso di questi due Pianeti, i loro Defonti havessero a ritornare

  

purgati dalle colpe della vita passata. Qui riportiamo il racconto di So-

  

crate appresso Platone nel Fedone intorno l'Anime nel partirsi più vol-

10 

te da corpo mortale et loro ritorno in vita: Citazione: Platone Ex veteri sermoni abire

  

ad inferos animas Defunctorum, rursusque huc reverti; fierique ex mortuis,

  

quasi quodam circulo remeantis ad demostrandam animae immortalitatem,

  

nam ex viventibus mortui, ex mortuis viventes ratione contractorum fiunt.

  

Un'altra ragione addurremo appresso col simbolo di Eternità. La

15 

faccia del Sole è risplendente di dodici raggi corrispondenti al giro So-

  

lare di dodici Mesi et al corso dell'Anno. Sotto il petto del Sole,

  

s'inarca la Luna crescente con le corna rivolte verso il maggior Piane-

  

ta, in espressione del lume che da esso continuamente riceve, volgen-

  

dosi a lui perpetuamente. Li due Polli che beccano in terra scolpiti nel

20 

manico di questa Lucerna, danno inditio del Pullario Defunto, che heb-

  

be in vita la cura de' Polli, dalle cui beccate gli Auguri prendevano gli

  

auspici. Luogo di ritrovamento, Roma Monte Celio Trovata a San Gio. e Paolo nel Monte Celio, si Collocazione, Roma Bartoli Pietro Santi conserva ap-

  

presso il Signor Pietro Santi Bartoli.

  

Oss.2. Sole Luna e Stelle

  

12 IL SOLE, la LUNA con le STELLE SETTENTRIONALI

30 

Con più raro et peregrino argomento vien esposto in quest'altra Lu-

  

cerna l'uno et l'altro Pianeta il Sole et la Luna con le sette Stelle

  

del Plaustro per simbolo dell'Eternità et del luogo deputato da Roma-

  

ni all'Anime; là dove finsero che salissero quelle degli Imperadori do-

  

po la loro Consacratione, per la ragione che le medesime stelle senza

35 

tramontar giamai, come l'altre sempre si veggono risplendere sopra

  

il nostro Orizzonte, onde Manilio:

  

Citazione: Manilio, MarcoAtque effulgentes caelum consurgit ad Arctos

  

Omnia, quae summo despectant sydera caelo

  

Nec norunt obitus.

40 

Et nel medesimo luogo finsero essere apparso l'Astro di Cesare. Plinio

  

rapporta le parole dell'istesso Augusto nel capitolo delle Comete: Citazione: Plinio il Vecchio In

  

ipsis ludorum meorum diebus, sydus crinitum per septem dies in Regione Caeli,

  

quae sub septentrionibus est conspectum. Id oriebatur circa undecimam horam

< | pag. 006 | >

vai alla Pagina:

© 2000 | 2001 Cribecu - Scuola Normale Superiore di Pisa
Powered by Tresy © 2000 | 20001 Cribecu - Scuola Normale Superiore di Pisa