corpus informatico belloriano legenda
linee non attive frequenze non attive
opere
indici
ricerca
info
home
il corpus belloriano
Descrizzione delle immagini dipinte da Rafaelle d'Urbino nelle camere del Palazzo Apostolico Vaticano
  

Cost.Donazione.

  

Donazione di Costantino.

  

Nella quarta istoria incontro la battaglia viene espressa la dona-

  

zione di Costantino, come č antica fama che egli donasse

  

alla Chiesa la Cittā di Roma per residenza del Vicario di Cri-

5 

sto. Rappresentasi la Basilica vecchia di San Pietro nobilitata da

  

magnificentissimo ordine di colonne composte alla struttura de' portici

  

dell'antiche Basiliche. Siede il Santo Pontefice Silvestro nel so-

  

glio sotto il baldacchino assistito dal Clero, e dalle Guardie, e dalla

  

frequenza del Popolo Romano concorso all'azzione. L'Imperadore

10 

Laureato piegando un ginocchio sopra il soglio pietosamente con

  

una mano al petto, con l'altra porge al Pontefice il simolacro d'oro di

  

Roma, ch'č una piccola statuetta armata, come si vede nelle meda-

  

glie, e nello scudo di essa leggesi Citazione: Iscrizioni latine S. P. Q. R. ch'č l'usato titolo, e no-

  

me del Senato, e Popolo Romano. Il Pontefice all'incontro accom-

15 

pagnando l'atto dell'Imperadore, con una mano prende il simola-

  

cro, con l'altra benedice Costantino. Sta attento il Popolo a quella

  

azzione, riguardando, et additando Silvestro, e'l pietoso Imperadore,

  

concorsi huomini, e donne dentro la Basilica, e nel portico fra le co-

  

lonne, alzandosi altri in punta di piedi, e distendendo altri ansiosamente

20 

il volto per vedere, ove č naturalissimo l'atto di un Lanzo, che

  

con l'alabarda spinge in dietro il Popolo, che si avanza. Dietro l'Im-

  

peradore vi sono i Conti, e Signori della sua Corte, fra quali un vec-

  

chio con la Croce di Cavaliero al petto, che č il ritratto del gran Mae-

  

stro dell'Ordine di San Giorgio della famiglia Flavia, che si tiene in-

25 

stituito da Costantino. Avanti la Tribuna č collocato l'antico Alta-

  

re sopra il sepolcro de' Santi Apostoli Pietro, e Paolo, ove apparisce

  

una ferrata. Nel Presbiterio sono figurati Preti, e Cantori, circonda-

  

to in quadro da colonne tortuose di marmo, che communemente si

  

credono trasportate a Roma dal Tempio Gerosolimitano, ardendo-

30 

vi lampade d'oro, e candelabri. Dietro l'Altare č situata la Tribuna

  

nella testa della Basilica, ove doveva collocarsi la Sedia Pontificia in

  

quella solennitā ma il Pittore l'espose fuori di essa Tribuna della Ba-

  

silica, per dare spazio alle figure, ed alla vista. Dal lato istesso a de-

  

stra, e nel piano principale č figurato un Giovane, che rattenendosi

35 

con un braccio alla prima colonna, si stende avanti per vedere con

  

bellissima attitudine: sopra la colonna istessa č affisso un foglio con

  

lettere, che alludono all'editto di Costantino a favore de' Christiani:

< | pag. 061 | >

vai alla Pagina:

© 2000 | 2001 Cribecu - Scuola Normale Superiore di Pisa
Powered by Tresy © 2000 | 20001 Cribecu - Scuola Normale Superiore di Pisa