corpus informatico belloriano legenda
linee non attive frequenze non attive
opere
indici
ricerca
info
home
il corpus belloriano
L'Historia Augusta da Giulio Cesare a Costantino il Magno, illustrata con le verità dell'antiche medaglie da Francesco Angeloni
  

Lucilla Augusta

  

Citazione: Angeloni, Francesco13. entro la medaglia col capo acconcio vezzosamente, ma senza artificio, e con lettere: Citazione: Iscrizioni monete latino LUCIL-

  

LAE AUG. M. ANTONINI AUG. Citazione: Angeloni, Francesco vedendosi nel rovescio una Donna sedente co'capelli ordinati

  

14. nell'istessa guisa, che si comprendono nella testa di lei: porge con la destra una Vittoria; e

  

sostiene con l'altra un'hasta, leggendovisi: Citazione: Iscrizioni monete latino VENUS S. C. Citazione: Angeloni, Francesco. Adoravano le maritate così fatta Dei-

5 

tà; accioché col favore di lei potessero, accrescendo le Case di bella prole, e di felice suc-

  

cessione, fare i mariti lieti, e star con essi unite di comune amore.

  

15. Dimostrasi Venere in altro rovescio dell'istessa Lucilla in piedi, con un pomo nella de-

  

stra, et un'hasta nella sinistra, con parole: Citazione: Iscrizioni monete latino VENUS S. C. Citazione: Angeloni, Francesco. Intorno al qual pomo, si è discorso in

  

Faustina a bastanza.

10 

16. Entro di altro rovescio parimente di Lucilla sta una Donna in piedi, con la deretana par-

  

te del capo coperta, che havendo dinanzi un Altare col fuoco acceso, distende la destra mano

  

aperta, e con l'altra tiene l'acerra, cioè la cassetta, entro la quale si solevano portare gl'in-

  

censi ne' sacrificii, e vi si legge: Citazione: Iscrizioni monete latino PIETAS S. C. Citazione: Angeloni, Francesco. La pietà verso Dio, la Patria, li figliuoli, e li ge-

  

nitori, dee mostrarsi con opere vive fatte con intentione stabile, e perfetta; e questa non può

15 

esercitarsi maggiormente, che col rendere honore a Dio sacrificando, e pregando in quel-

  

l'atto per gli altri: l'effetto di ciò si volle dunque rappresentare nel rovescio sudetto.

  

Due altri rovesci di Lucilla, Giunone, e la Fecondità sono delineati di sopra per errore, nella

  

tavola di Elio Cesare num. 5. 6 Citazione: Angeloni, Francesco.

  

< | pag. 166 | >

vai alla Pagina:

© 2000 | 2001 Cribecu - Scuola Normale Superiore di Pisa
Powered by Tresy © 2000 | 20001 Cribecu - Scuola Normale Superiore di Pisa