corpus informatico belloriano legenda
linee non attive frequenze non attive
opere
indici
ricerca
info
home
il corpus belloriano
Il Bonino overo avvertimenti al Tristano intorno agli errori nelle medaglie
  

Moneta di Faustina

  

Citazione: Tristan, Jeanet de son transport es cieux, devoit luy faire iuger que ces

  

deux ieunes Deesses ne sont rien moins representeès icy, que

  

pour le Printemps et l'Automne mais bien pour deux des

  

proches parentes de Faustine, les quelles estans decedeès

5 

avant Faustine et par consequent estimeès avoir este rece-

  

vees es Cieux en qualitè d'heroines et d'un degre inferieur

  

aux Imperatrices deifieès estoient creues l'estre venu querir

  

pour l'elever eusque au seiour eternel, aupres de sa mere

  

Faustine: Ne doutant nullement que cet heroines ne fussent

10 

la soeur aisnèe de Faustine et l'autre de dit Marc Aurele.

  

Et nondimeno mi pare, che la consideratione, che questo

  

è l'uno de' misteri imaginari della Consecratione et del suo

  

trasportamento al Cielo, doveva a lui far giudicare, che que-

  

ste due giovani Dee non sono niente meno qui rappresen-

15 

tate, che per la Primavera et per l'Autunno; ma ben si per

  

due delle prossime parenti di Faustina, le quali essendo morte

  

avanti Faustina et per conseguenza stimate essere state ri-

  

cevute in cielo in qualità d'Heroine et d'un grado inferiore

  

alle Imperadrici deificate; essendosi creduto essere venute

20 

per elevarla sino al seggio eterno appresso di sua madre Fau-

  

stina: non dubitando che queste heroine non fossero la so-

  

rella maggiore di Faustina et l'altra del detto M. Aurelio.

  

Il Tristano questa volta si usurpa l'autorità del Senato et deifica a

  

suo modo, quelle che mai furono deificate: anzi la sorella maggiore

25 

di Faustina, né meno con nome proprio è chiamata dagli Historici;

  

così favellandone Capitolino nella vita di Antonino: Citazione: Giulio Capitolino Proficiens ad Pro-

  

consulatum filiam maiorem amisit. Et non è vera la conseguenza, che

  

per essere elleno prossime parenti di Faustina, perciò fossero riputa-

  

te Dee: quando molti de gli Imperadori et delle Imperadrici rimane-

30 

vano senza l'honore della Divinità. Capitolino racconta che il Senato

  

a particolar richiesta di M. Aurelio, concesse tal honore a Faustina.

  

Citazione: Giulio CapitolinoPetiit a Senatu ut honores Faustinae aedemque decernerent. et dopo: Citazione: Giulio Capitolino Divam

  

Faustinam a Senatu appellatam gratulatus est; et replica nondimeno il

  

Tristano la conseguenza con queste parole.

< | pag. 042 | >

vai alla Pagina:

© 2000 | 2001 Cribecu - Scuola Normale Superiore di Pisa
Powered by Tresy © 2000 | 20001 Cribecu - Scuola Normale Superiore di Pisa