corpus informatico belloriano legenda
linee non attive frequenze non attive
opere
indici
ricerca
info
home
il corpus belloriano
Il Bonino overo avvertimenti al Tristano intorno agli errori nelle medaglie
  

Moneta di Tito

  

ta la sua imagine in forma di Leone, essendo che sotto quel segno il

  

fiume riceve il suo maggiore accrescimento, per la potenza del calore,

  

che risolve le nubi et aumenta l'acque.

  

Et perciò si veggono appresso gli Antiquarii, molti Scarabei fatti di

5 

corniulola et d'altre pietre, ne' quali sono intagliati vasi, barchette et

  

altri contrasegni, che sono geroglifici dell'acqua del Nilo; come lo Sca-

  

rabeo del Sole. Di più il Nilo non tiene similitudine, o figura di Giove,

  

per vedersi con la barba et chiome humide et ondeggianti, come è

  

solito de' fiumi et come Glauco fu dipinto da Filostrato.

10 

Ma il Tristano per approvare il suo pensiere, seguita a dire.

  

Citazione: Tristan, JeanVoire memme ils les veneroient sus le titre de IUPPITER

  

PHARIUS, comme Martialle faut voir l. 9 epig. 36.

  

Vedete medesimamente che lo venerarono sotto il titolo

  

di Iupiter Pharius, come Martiale lib. 9 ep. 36.

15 

Citazione: Marziale, Marco ValerioScis quoties Phario madeat Iove fusca Syene.

  

Il Tristano non ha inteso Martiale, il quale ogn'altra cosa ha descritto

  

fuori che il Nilo, ma ben si la pioggia d'Egitto, che di rado suole avveni-

  

re: et i Latini sotto questo nome Iuppiter significarono spesso l'humore,

  

che stilla dalle nubi, nel qual senso parlò Virgilio Egl. 7 et 1 Georg.

20 

Citazione: Virgilio Marone, PublioIuppiter et laeto descendit plurimus imbri.

  

Et iam maturis metuendus Iuppiter uvis.

  

Citazione: ArnobioQui dicit, Cum sua concubuit Iuppiter matre, non incestas significat, aut

  

propudiosas Veneris complexiones, sed Iovem pro pluvia, pro tellure Cererem

  

nominant. Arnob. lib. 5 et Lucretio dottamente.

25 

Citazione: Lucrezio Caro, TitoOmnibus ille idem pater est, unde alma liquentes

  

Humorum guttas, mater cum terra recepit,

  

Foeta parit nitidas segetes arbustaque laeta.

  

Et per questa ragione disse Martiale.

  

Citazione: Marziale, Marco ValerioScis quoties Phario madeat Iove fusca Syene.

30 

Cioè Madeat Aegyptus imbre, vel pluvia.

  

Tu sai quante volte piova in Egitto: il che di rado suole avvenire et

  

parla il Poeta con un Parasito novelliere, che comperava le cene con le

  

novelle et che faceva professione di sapere tutti gli avvenimenti del

  

mondo: che nel resto Giove et il Nilo hanno differenti sentimenti, co-

35 

me si può cavare dal luogo sopra citato di Tibullo.

  

Citazione: Tibullo, AlbioQualis et arentes cum findit Seyrius agros

  

Fertilis aestiva Nilus abundet aqua.

  

Nile pater, qua nam possum te dicere caussa,

< | pag. 028 | >

vai alla Pagina:

© 2000 | 2001 Cribecu - Scuola Normale Superiore di Pisa
Powered by Tresy © 2000 | 20001 Cribecu - Scuola Normale Superiore di Pisa